Home Investimenti Come Investire 1000 Euro nel 2020: 5 Consigli e Idee

Come Investire 1000 Euro nel 2020: 5 Consigli e Idee

285
0

Come investire 1000 euro oggi, nel 2020? 1000 euro sono una quota molto bassa per iniziare ad investire ma sicuramente in confronto ai 100 dello scorso articolo sono un passo avanti.

Se ti sei appena avvicinato al mondo dell’investimento ti consiglio di leggere l’articolo precedente su come investire 100 euro.

Se ti stai chiedendo come investire 1000 euro, ti sarai sicuramente già domandato qual è il tuo profilo di rischio.

Il profilo di rischio è quanto sei disposto a rischiare per guadagnare. Ovvero rischio e guadagno sono inversamente proporzionali.

Noi di Guadagno Intelligente siamo risparmiatori accorti e preferiamo non correre particolari rischi o, in ogni caso, se proprio vogliamo rischiare ne dobbiamo essere consapevoli fin dal principio.

Considerati i rendimenti non elevati degli investimenti sicuri e garantiti, molto spesso si rischia di avviare un gioco che non vale la candela.

Cerchiamo quindi di valutare brevemente le strade più comuni per capire dove investire 1000 euro nel 2020. Ti mostrerò di seguito 9 strategie.

1. Avvia un piccola attività

Con tutta la buona volontà e tutta la bravura del mondo, se stai pensando di investire 1000€ non puoi di certo puntare ad una rendita vera e propria. Con una cifra simile puoi, però, pensare di far partire un micro business che nella fase iniziale integra le tue entrate e in futuro, chissà, può esserti di aiuto per progetti più importanti.

Sono sempre alla ricerca di soluzioni da proporre a chi vuole mettersi in gioco: proprio durante le mie continue letture, mi sono imbattuto nella storia di Ryan Grant.

Ryan è un ragazzo americano che ha guadagnato parecchi soldi rivendendo su Amazon prodotti che aveva acquistati in offerta nei centri commerciali Walmart. La sua strategia è molto semplice, mi sono stupito infatti del modo in cui il ragazzo ha guadagnato anche se, dietro a tutto questo, c’è una certa costanza che lo ha fatto emergere. Provo a spigarti cosa ha fatto.

Ryan ha iniziato a monitorare costantemente alcuni articoli in vendita, individuandone alcuni che i grandi magazzini svendevano, a partire dai libri universitari, ossia la sua rampa di lancio.

A questo punto ha valutato se su Amazon e altri negozi online c’era gente disposta a pagare di più di quanto lui avesse speso per comprare i prodotti stessi.

Ho cercato di capire se si potesse, in un modo o nell’altro, imitare questa strategia anche in Italia, e in effetti ho individuato una soluzione che, con poco impegno buona volontà può aiutarci a seguire le orme di questo giovane imprenditore.

Tale soluzione consiste nel partecipare alle aste online su appositi siti come Bidoo, con lo scopo di accaparrarsi i migliori prodotti ai migliori prezzi. Il passaggio seguente è quello  di rivendere sui siti di vendita e annunci, ovviamente maggiorandone il prezzo.

La procedura prevede tre passaggi:

  • Ricerca delle occasioni migliori;
  • Acquisto conveniente;
  • Rivendita a prezzo maggiore.

Un portale che può tornarti utile in questo lavoro è Bidoopuoi iscriverti gratuitamente qui ricevendo 10€ di bonus di benvenuto.

Questo sito è decisamente interessante per pensare ad una strategia come quella descritta, in quanto gli oggetti, anche di valore elevato (scooter, tv, tablet, cellulari e così via) vengono spesso venduti a prezzi stracciati all’asta: si parte da un prezzo bassissimo e si rilancia di solo 0,01€.

Puoi provare a partecipare alle aste cercando un mercato in cui specializzarti e, successivamente, puoi provare a rivendere ciò che compri in offerta sui siti di annunci.

Con un investimento minimo e un po’ di buona volontà puoi ricavarti il tuo spazio e garantirti un po’ di entrate in più che non guastano mai.

2. Social Trading: Ispirati ai Migliori

Se vuoi guadagnare qualcosa in più, chiaramente, bisogna osare. Il trading online è una delle attività più complesse ma che, al tempo stesso, può dare maggiori soddisfazioni.

L’80% di coloro che si approcciano al trading ritengono che sia troppo difficile dover studiare tante cose prima di operare ed avere dei ritorni. Anche per questo, dunque, sono nate soluzioni al problema informativo come il social trading.

Come funziona? Esistono piattaforme di trading sociale come eToro dove non si investe da soli ma si accede alle strategie dei migliori trader del mondo: l’unica cosa che bisogna fare è selezionare quelli con gli obiettivi più affini ai propri e copiare le loro mosse vincenti.

I criteri con cui è possibile selezionare i trader di riferimento, detti Popular Investor, sono due:

  • Profitti degli ultimi due anni – Si scelgono quelli che hanno fatto più soldi ed hanno ottenuto ricavi fino al 25%;
  • Rischio delle operazioni – Chi vuole rischiare meno può scegliere semplicemente chi investe cercando di correre meno rischi. La resa sarà minore ma anche i rischi potenziali si riducono.

Il Social Trading è una soluzione win-win: i trader professionisti raggiungono ottimi risultati, gli investitori che li seguono fanno lo stesso .

Se i 1.000 euro di cui stiamo parlando sono somme di denaro che desideri dedicare ad attività a rischio medio-alto ma potenzialmente più redditizie, il social trading è sicuramente una soluzione ragionevole.

Per provare a seguire le mosse dei migliori investitori professionisti occorre:

  • Aprire un conto su eToro;
  • Scegliere il proprio Popular Investor di riferimento, selezionandolo in base alle proprie aspettative;
  • Destinare una parte del proprio budget alla strategia vincente scelta.

Se non possiedi particolare esperienza e vuoi approcciarti ad attività impegnative come il trading riducendo le possibilità di perdere soldi, puoi trovare nel social trading una strada più che valida per cominciare.

Leggi articolo su eToro.

3. Micro Investimenti Innovativi

Il web ha aperto ai piccoli investitori occasioni immense. Con poche centinaia di euro oggi possiamo finanziare start-up, partecipare a progetti immobiliari e prestare soldi ad aziende piccole e grandi.

Questa grande opportunità si chiama Crowdfunding e ce ne sono di varie tipologie a seconda del settore in cui decidiamo di entrare.

Se hai una piccola quota di capitale che puoi impiegare in attività a rischio medio e che non impattano sul tuo tenore di vita, ti consiglio di dare uno sguardo alle varie piattaforme esistenti.

Di seguito ti riporto una nuova soluzione che ho scoperto da pochi giorni e che potrebbe fare al caso tuo.

Investi in Immobili con piccole somme e ricevi gli interessi mensilmente

Re-Lender è una piattaforma di crowdfunding immobiliare specializzata in investimenti ad alta redditività su progetti di riconversione e riqualificazione urbana nelle principali città europee.

Tra i principali vantaggi ti segnalo:

  • Riceverai gli interessi mensilmente fino al 9% sul tuo conto gratuito;
  • Non pagherai mai commissioni sull’investimento che sono azzerate per sempre;
  • Possibilità di accedere a progetti ad altissima redditività nel campo del reconversion crowdfunding che sono spesso più efficaci e redditizi di quelli tradizionali perché basati sulla riqualificazione di aree già importanti e sviluppate.

Per partecipare ai migliori progetti europei di riconversione immobiliare, non ti resta che iscriverti sul sito ufficiale.

4. Moneyfarm: Tecnologia e Sicurezza

MoneyFarm, grazie ad una efficiente piattaforma web, mette a disposizione la possibilità di avviare un portafoglio diversificato di investimenti con livello di rischio scelto dal risparmiatore.

Essa è una startup italiana recentemente premiata da quotidiani economici nazionali ed europei come Corriere Economia tra i migliori consulenti finanziari indipendenti presenti sul web.

Se ti iscrivi gratuitamente puoi godere dell’assistenza personalizzata di un team di esperti che, in tempo reale, fornisce consigli per costruire il tuo programma di investimenti: puoi iniziare anche solo con 500€, una cifra sicuramente alla portata visto il tema dell’articolo.

rendimenti al momento sono superiori ai titoli di stato: alcuni piani bilanciati l’anno scorso hanno anche raggiunto il 5,41% annuo.

5. Investire sulla propria formazione

Propongo questa strada come ultima idea ma, in realtà, potrebbe essere tranquillamente la soluzione numero uno.

1000 euro non sono tanti per attendersi ritorni a doppie cifre, sebbene magari siano dei risparmi che hai messo da parte lavorando duramente.

Se non ti senti particolarmente soddisfatto da soluzioni a capitale garantito e vuoi rischiare, quale migliore rischio di una crescita personale? Con mille euro potresti seguire dei corsi di formazione per migliorare professionalmente oppure per intraprendere un nuovo business riducendo il margine di errore.

Una parte del capitale potrebbe essere spesa per acquistare materiale informativo (libri, corsi online, etc) ed un’altra per richiedere consulenza agli esperti. Il mercato della formazione è enorme, ormai su internet si trovano corsi e libri su ogni cosa: se fosse questo il migliore investimento?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui