Home Glossario I fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento

227
1

Che cos’è un fondo comune?

Un fondo comune è un tipo di investimento costituito da un “vasca” di denaro raccolto da molti investitori per investire in titoli come azioni, obbligazioni, strumenti del mercato monetario e altre attività. I fondi comuni di investimento sono gestiti da gestori di denaro professionisti , che allocano le attività del fondo e tentano di produrre plusvalenze o reddito per gli investitori del fondo. Il portafoglio di un fondo comune di investimento è strutturato e mantenuto per corrispondere agli obiettivi di investimento indicati nel suo prospetto.

I fondi comuni offrono agli investitori piccoli o grandi l’accesso a portafogli gestiti da professionisti di azioni, obbligazioni e altri titoli. Pertanto, ciascun azionista partecipa proporzionalmente agli utili o alle perdite del fondo. I fondi comuni di investimento investono in un gran numero di titoli e la performance viene generalmente seguita come la variazione della capitalizzazione di mercato totale del fondo, derivata dalla performance aggregata degli investimenti sottostanti.

Principali Attività

  • Un fondo comune è un tipo di investimento costituito da un portafoglio di azioni, obbligazioni o altri titoli. 
  • I fondi comuni di investimento offrono a piccoli o singoli investitori l’accesso a portafogli diversificati e gestiti professionalmente a basso prezzo.
  • I fondi comuni di investimento sono suddivisi in diversi tipi di categorie, che rappresentano il tipo di titoli in cui investono, i loro obiettivi di investimento e il tipo di rendimento che cercano.
  • I fondi comuni di investimento addebitano commissioni annuali (denominate ratio di spesa) e, in alcuni casi, commissioni, che possono influire sui rendimenti complessivi.
  • La stragrande maggioranza del denaro nei piani pensionistici sponsorizzati dal datore di lavoro va in fondi comuni di investimento.

Comprensione dei fondi comuni

I fondi comuni raccolgono denaro dal pubblico degli investitori e usano quei soldi per acquistare altri titoli, di solito azioni e obbligazioni. Il valore della società di fondi comuni di investimento dipende dalla performance dei titoli che decide di acquistare. Pertanto, quando si acquista un’unità o una quota di un fondo comune di investimento, si acquista la performance del suo portafoglio o, più precisamente, una parte del valore del portafoglio. Investire in una quota di un fondo comune è diverso dall’investire in azioni. A differenza delle azioni, le quote dei fondi comuni di investimento non conferiscono ai loro titolari alcun diritto di voto . Una quota di un fondo comune di investimento rappresenta investimenti in molti titoli diversi (o altri titoli) anziché in una sola partecipazione.

Ecco perché il prezzo di una quota di un fondo comune è indicato come il valore patrimoniale netto (NAV) per azione, a volte espresso come NAVPS . Il NAV di un fondo viene derivato dividendo il valore totale dei titoli nel portafoglio per l’ammontare totale delle azioni in circolazione. Le azioni in circolazione sono quelle detenute da tutti gli azionisti, investitori istituzionali e funzionari o addetti ai lavori. Le quote di fondi comuni di investimento possono in genere essere acquistate o riscattate in base alle necessità nel NAV attuale del fondo, che – diversamente da un prezzo azionario – non fluttua durante le ore di mercato, ma è regolato alla fine di ogni giorno di negoziazione.

Il fondo comune di investimento detiene centinaia di titoli diversi, il che significa che gli azionisti di fondi comuni di investimento ottengono importanti diversificazioni a basso prezzo. Considera un investitore che acquista solo azioni di Google prima che la società abbia un trimestre negativo. Sta per perdere molto valore perché tutti i suoi dollari sono legati a una società. D’altra parte, un investitore diverso può acquistare azioni di un fondo comune che possiede alcune azioni di Google. Quando Google ha un brutto trimestre, perde molto meno perché Google è solo una piccola parte del portafoglio del fondo.

Come funzionano i fondi comuni

Un fondo comune è sia un investimento che una società reale. Questa duplice natura può sembrare strana, ma non è diverso dal modo in cui una quota di AAPL è una rappresentazione di Apple Inc. Quando un investitore acquista azioni di Apple, acquista una proprietà parziale della società e dei suoi beni. Allo stesso modo, un investitore in fondi comuni di investimento sta acquistando la proprietà parziale della società di fondi comuni e dei suoi attivi. La differenza è che Apple è impegnata nella produzione di dispositivi e tablet innovativi, mentre una società di fondi comuni di investimento è impegnata nella realizzazione di investimenti.

Gli investitori in genere guadagnano un rendimento da un fondo comune di investimento in tre modi:

  1. Le entrate sono ricavate da dividendi su azioni e interessi su obbligazioni detenute nel portafoglio del fondo. Un fondo paga quasi tutto il reddito che riceve nel corso dell’anno per finanziare i proprietari sotto forma di una distribuzione . I fondi spesso offrono agli investitori la possibilità di ricevere un assegno per le distribuzioni o di reinvestire gli utili e ottenere più azioni.
  2. Se il fondo vende titoli che hanno aumentato il prezzo, il fondo ha una plusvalenza . La maggior parte dei fondi trasmette anche questi guadagni agli investitori in una distribuzione.
  3. Se le partecipazioni aumentano di prezzo ma non vengono vendute dal gestore del fondo, le quote del fondo aumentano di prezzo. È quindi possibile vendere le quote dei fondi comuni di investimento per un profitto sul mercato.

Se un fondo comune di investimento è considerato una società virtuale, il suo CEO è il gestore del fondo , a volte chiamato il consulente per gli investimenti . Il gestore del fondo è assunto da un consiglio di amministrazione ed è legalmente obbligato a operare nel migliore interesse degli azionisti del fondo comune. La maggior parte dei gestori di fondi è anche proprietaria del fondo. Ci sono pochissimi altri dipendenti in una società di fondi comuni. Il consulente per gli investimenti o il gestore del fondo possono impiegare alcuni analisti per aiutare a scegliere gli investimenti o svolgere ricerche di mercato. Un contabile del fondo è tenuto sul personale per calcolare il NAV del fondo, il valore giornaliero del portafoglio che determina se i prezzi delle azioni aumentano o diminuiscono. I fondi comuni di investimento devono avere un responsabile della conformità o due, e probabilmente un avvocato, per tenere il passo con le normative governative.

La maggior parte dei fondi comuni di investimento fa parte di una società di investimento molto più grande; il più grande ha centinaia di fondi comuni di investimento separati. Alcune di queste società di fondi sono nomi noti al grande pubblico, come Fidelity Investments, The Vanguard Group, T. Rowe Price e Oppenheimer Funds.

Tipi di fondi comuni

I fondi comuni di investimento sono suddivisi in diversi tipi di categorie, che rappresentano i tipi di titoli che hanno preso di mira per i loro portafogli e il tipo di rendimenti che cercano. Esiste un fondo per quasi ogni tipo di investitore o approccio di investimento. Altri tipi comuni di fondi comuni di investimento comprendono fondi del mercato monetario, fondi settoriali , fondi alternativi, fondi smart-beta , fondi target-date e persino fondi-fondi o fondi comuni che acquistano azioni di altri fondi comuni.

Fondi azionari

La categoria più ampia è quella dei fondi azionari o azionari. Come suggerisce il nome, questo tipo di fondo investe principalmente in azioni. All’interno di questo gruppo ci sono varie sottocategorie. Alcuni fondi azionari sono denominati per la dimensione delle società in cui investono: small, mid o large cap. Altri sono chiamati con il loro approccio agli investimenti: crescita aggressiva, orientata al reddito, valore e altri. I fondi azionari sono anche classificati in base al fatto che investano in azioni domestiche (Europa) o in azioni estere. Esistono tanti tipi diversi di fondi azionari perché esistono molti tipi diversi di titoli azionari. Un ottimo modo per comprendere l’universo dei fondi azionari è utilizzare una casella di stile, di cui un esempio è riportato di seguito.

L’idea qui è classificare i fondi in base sia alla dimensione delle società investite (le loro capitalizzazioni di mercato ) sia alle prospettive di crescita delle azioni investite. Il termine fondo valore si riferisce a uno stile di investimento che cerca società di alta qualità e a bassa crescita che non sono favorevoli al mercato. Queste società sono caratterizzate da bassi rapporti prezzo / utili (P / E) , bassi rapporti prezzo / libro (P / B) e alti rendimenti da dividendi . Al contrario, gli spettri sono fondi di crescita, che guardano alle aziende che hanno avuto (e si prevede che avranno) una forte crescita degli utili, delle vendite e dei flussi di cassa. Queste società hanno generalmente rapporti P / E elevati e non pagano dividendi. Un compromesso tra valore rigoroso e investimenti in crescita è una “miscela”, che si riferisce semplicemente a società che non sono né valore né titoli di crescita e sono classificate come da qualche parte nel mezzo.

L’altra dimensione della scatola di stile ha a che fare con la dimensione delle società in cui investe un fondo comune. Le società a grande capitalizzazione hanno capitalizzazioni di mercato elevate , con valori superiori a 5 miliardi di euro. La capitalizzazione di mercato si ottiene moltiplicando il prezzo delle azioni per il numero di azioni in circolazione. Le azioni a grande capitalizzazione sono in genere società blue chip che sono spesso riconoscibili per nome. I titoli a bassa capitalizzazione si riferiscono a quei titoli con una capitalizzazione di mercato che varia dai 200 milioni ai $ 2 miliardi di euro. Queste società più piccole tendono ad essere investimenti più recenti e più rischiosi. Le azioni a media capitalizzazione colmano il divario tra small e large cap.

Un fondo comune di investimento può fondere la sua strategia tra stile di investimento e dimensione della società. Ad esempio, un fondo di valore a grande capitalizzazione dovrebbe rivolgersi a società a grande capitalizzazione che hanno una forte forma finanziaria ma che recentemente hanno visto il loro calo dei prezzi delle azioni e che verrebbero collocate nel quadrante in alto a sinistra della casella di stile (grande e valore). Il contrario di questo sarebbe un fondo che investe in aziende tecnologiche startup con eccellenti prospettive di crescita: crescita small cap. Un simile fondo comune di investimento risiederebbe nel quadrante in basso a destra (piccolo e in crescita).

Fondi a reddito fisso

Un altro grande gruppo è la categoria del reddito fisso . Un fondo comune di investimento a reddito fisso si concentra su investimenti che pagano un determinato tasso di rendimento, come titoli di stato, obbligazioni societarie o altri strumenti di debito. L’idea è che il portafoglio del fondo generi interessi attivi, che poi passa agli azionisti.

A volte indicati come fondi obbligazionari, questi fondi sono spesso gestiti attivamente e cercano di acquistare obbligazioni relativamente sottovalutate al fine di venderle con profitto. È probabile che questi fondi comuni di investimento paghino rendimenti più elevati rispetto ai certificati di deposito e agli investimenti del mercato monetario, ma i fondi obbligazionari non sono privi di rischi. Poiché esistono molti diversi tipi di obbligazioni, i fondi obbligazionari possono variare notevolmente a seconda di dove investono. Ad esempio, un fondo specializzato in obbligazioni spazzatura ad alto rendimento è molto più rischioso di un fondo che investe in titoli di Stato. Inoltre, quasi tutti i fondi obbligazionari sono soggetti al rischio di tasso di interesse , il che significa che se i tassi aumentano, il valore del fondo diminuisce.

Fondi indicizzati

Un altro gruppo, che è diventato estremamente popolare negli ultimi anni, rientra nel moniker ” fondi indicizzati “. La loro strategia di investimento si basa sulla convinzione che sia molto difficile, e spesso costoso, cercare di battere costantemente il mercato. Pertanto, il gestore del fondo indicizzato acquista titoli che corrispondono a un importante indice di mercato come l’S & P 500 o il Dow Jones Industrial Average (DJIA). Questa strategia richiede meno ricerche da parte di analisti e consulenti, quindi ci sono meno spese per consumare i rendimenti prima che vengano trasmessi agli azionisti. Questi fondi sono spesso progettati tenendo conto degli investitori sensibili ai costi.

Fondi bilanciati

I fondi bilanciati investono in un ibrido di classi di attività, azioni, obbligazioni, strumenti del mercato monetario o investimenti alternativi. L’obiettivo è ridurre il rischio di esposizione in tutte le classi di attività. Questo tipo di fondo è anche noto come fondo di asset allocation. Esistono due varianti di tali fondi progettati per soddisfare gli obiettivi degli investitori.

Alcuni fondi sono definiti con una specifica strategia di allocazione fissa, in modo che l’investitore possa avere un’esposizione prevedibile a varie classi di attività. Altri fondi seguono una strategia per percentuali di allocazione dinamica per soddisfare vari obiettivi degli investitori. Ciò può comprendere la risposta alle condizioni del mercato, i cambiamenti del ciclo economico o le fasi mutevoli della vita dell’investitore.

Sebbene gli obiettivi siano simili a quelli di un fondo bilanciato, i fondi di allocazione dinamica non devono detenere una determinata percentuale di alcuna classe di attività. Al gestore del portafoglio viene quindi data la libertà di cambiare il rapporto tra le classi di attività secondo necessità per mantenere l’integrità della strategia dichiarata del fondo.

Fondi del mercato monetario

Il mercato monetario è costituito da strumenti di debito a breve termine sicuri ( privi di rischio ), principalmente titoli del Tesoro del governo . Questo è un posto sicuro dove parcheggiare i tuoi soldi. Non otterrai profitti sostanziali, ma non dovrai preoccuparti di perdere il capitale. Un ritorno tipico è un po ‘più dell’importo che guadagneresti in un conto corrente o di risparmio e un po’ meno del certificato medio di deposito (CD) . Mentre i fondi del mercato monetario investono in attività ultra sicure, durante la crisi finanziaria del 2008, alcuni fondi del mercato monetario hanno subito perdite dopo che il prezzo delle azioni di questi fondi, in genere fissato a $ 1, è sceso al di sotto di tale livello e ha rotto il dollaro .

Fondi di reddito

I fondi di reddito sono nominati per il loro scopo: fornire entrate correnti su base costante. Questi fondi investono principalmente in debito pubblico e di alta qualità, mantenendo tali obbligazioni fino alla scadenza al fine di fornire flussi di interessi. Mentre le posizioni di fondi possono apprezzare in termini di valore, l’obiettivo principale di questi fondi è fornire un flusso di cassa costante agli investitori. Pertanto, il pubblico di questi fondi è costituito da investitori conservatori e pensionati. Poiché producono entrate regolari, gli investitori sensibili alle tasse potrebbero voler evitare questi fondi.

Fondi internazionali / globali

Un fondo internazionale (o fondo estero) investe solo in attività situate al di fuori del proprio paese di origine. I fondi globali , nel frattempo, possono investire in qualsiasi parte del mondo, anche all’interno del proprio paese. È difficile classificare questi fondi come più rischiosi o più sicuri degli investimenti nazionali, ma hanno avuto la tendenza a essere più volatili e presentano rischi nazionali e politici unici. D’altro canto, come parte di un portafoglio ben bilanciato, possono effettivamente ridurre il rischio aumentando la diversificazione , poiché i rendimenti in paesi stranieri potrebbero non essere correlati con i rendimenti in patria. Sebbene le economie del mondo stiano diventando più correlate, è ancora probabile che un’altra economia da qualche parte stia superando l’economia del tuo paese d’origine.

Fondi speciali

Questa classificazione dei fondi comuni di investimento è più di una categoria onnicomprensiva costituita da fondi che si sono dimostrati popolari ma che non appartengono necessariamente alle categorie più rigide che abbiamo descritto finora. Questi tipi di fondi comuni di investimento rinunciano a un’ampia diversificazione per concentrarsi su un determinato segmento dell’economia o su una strategia mirata. I fondi settoriali sono fondi strategici mirati destinati a settori specifici dell’economia, come quelli finanziari, tecnologici, sanitari e così via. Pertanto, i fondi settoriali possono essere estremamente volatili poiché le azioni di un determinato settore tendono ad essere fortemente correlate tra loro. Vi è una maggiore possibilità di grandi guadagni, ma un settore può anche collassare (ad esempio, il settore finanziario nel 2008 e nel 2009).

I fondi regionali facilitano la concentrazione su una specifica area geografica del mondo. Ciò può significare concentrarsi su una regione più ampia (diciamo l’America Latina) o su un singolo paese (ad esempio, solo il Brasile). Un vantaggio di questi fondi è che facilitano l’acquisto di azioni in paesi stranieri, che altrimenti potrebbero essere difficili e costosi. Proprio come per i fondi settoriali, devi accettare l’elevato rischio di perdita, che si verifica se la regione entra in una brutta recessione.

I fondi socialmente responsabili (o fondi etici) investono solo in società che soddisfano i criteri di determinate linee guida o credenze. Ad esempio, alcuni fondi socialmente responsabili non investono in settori “sin” come tabacco, bevande alcoliche, armi o energia nucleare. L’idea è quella di ottenere prestazioni competitive pur mantenendo una coscienza sana. Altri fondi di questo tipo investono principalmente in tecnologia verde, come l’energia solare o eolica o il riciclaggio.

Exchange Traded Funds (ETFs)

Una svolta sul fondo comune è il fondo negoziato in borsa (ETF) . Questi veicoli di investimento sempre più popolari mettono in comune gli investimenti e impiegano strategie coerenti con i fondi comuni di investimento, ma sono strutturati come fondi comuni di investimento negoziati in borsa e presentano i vantaggi aggiuntivi delle caratteristiche degli stock. Ad esempio, gli ETF possono essere acquistati e venduti in qualsiasi momento durante la giornata di negoziazione. Gli ETF possono anche essere venduti allo scoperto o acquistati a margine . Gli ETF generalmente comportano commissioni inferiori rispetto al fondo comune equivalente. Molti ETF beneficiano anche di mercati di opzioni attive , in cui gli investitori possono coprire o sfruttarele loro posizioni. Gli ETF beneficiano inoltre di agevolazioni fiscali da parte dei fondi comuni di investimento. La popolarità degli ETF parla della loro versatilità e convenienza.

Commissioni di fondi comuni

Un fondo comune classificherà le spese in commissioni operative annuali o commissioni degli azionisti. Le commissioni operative annuali del fondo rappresentano una percentuale annua dei fondi gestiti, generalmente compresa tra l’1 e il 3%. Le commissioni operative annue sono collettivamente note come coefficiente di spesa . Il rapporto di spesa di un fondo è la somma della commissione di consulenza o di gestione e dei suoi costi amministrativi.

Le commissioni degli azionisti, che si presentano sotto forma di commissioni di vendita, commissioni e commissioni di rimborso, sono pagate direttamente dagli investitori al momento dell’acquisto o della vendita dei fondi. Le commissioni o commissioni di vendita sono note come “il carico” di un fondo comune. Quando un fondo comune ha un carico frontale , le commissioni vengono valutate al momento dell’acquisto delle azioni. Per un carico di back-end, le commissioni di fondi comuni vengono valutate quando un investitore vende le sue azioni.

A volte, tuttavia, una società di investimento offre un fondo comune senza carico, che non comporta alcuna commissione o commissione di vendita. Questi fondi sono distribuiti direttamente da una società di investimento, piuttosto che attraverso una parte secondaria.

Alcuni fondi addebitano inoltre commissioni e penali per i prelievi anticipati o la vendita dell’azienda prima che sia trascorso un determinato periodo di tempo. Inoltre, l’ascesa di fondi negoziati in borsa, che hanno commissioni molto più basse grazie alla loro struttura di gestione passiva, ha dato ai fondi comuni una notevole concorrenza per i dollari degli investitori. Gli articoli dei media finanziari su come i rapporti di spesa del fondo e i carichi possono incidere sui tassi di rendimento hanno anche suscitato sentimenti negativi sui fondi comuni di investimento.

Classi di azioni di fondi comuni

Le quote dei fondi comuni di investimento rientrano in diverse classi. Le loro differenze riflettono il numero e l’entità delle commissioni ad esse associate.

Attualmente, la maggior parte dei singoli investitori acquista fondi comuni di investimento con azioni A tramite un broker. Questo acquisto include un carico front-end fino al 5% o più, oltre alle commissioni di gestione e alle commissioni correnti per le distribuzioni, note anche come commissioni 12b-1. Per finire, i carichi su azioni A variano abbastanza, il che può creare un conflitto di interessi. I consulenti finanziari che vendono questi prodotti possono incoraggiare i clienti ad acquistare offerte a carico più elevato per ottenere commissioni maggiori per se stessi. Con i fondi front-end, l’investitore paga queste spese quando acquista nel fondo.

Per porre rimedio a questi problemi e soddisfare gli standard delle regole fiduciarie, le società di investimento hanno iniziato a designare nuove classi di azioni, comprese le azioni C “a livello di carico” , che generalmente non hanno un carico frontale ma comportano una commissione di distribuzione annuale dell’1% 12b-1 .

I fondi che applicano commissioni di gestione e altre commissioni quando un investitore vende le proprie partecipazioni sono classificati come azioni di Classe B.

Una nuova classe di azioni di fondi

La più recente classe di azioni, sviluppata nel 2016, è composta da azioni pulite. Le azioni pulite non hanno carichi di vendita front-end o commissioni annuali 12b-1 per i servizi di fondi. American Funds, Janus e MFS sono tutte società di fondi che attualmente offrono azioni pulite.

Standardizzando le commissioni e i carichi, le nuove classi migliorano la trasparenza per gli investitori di fondi comuni e, ovviamente, risparmiano denaro. Ad esempio, un investitore che converte $ 10.000 in un conto pensionistico individuale (IRA) con un fondo di azioni pulite potrebbe guadagnare circa $ 1800 in più in un periodo di 30 anni rispetto a un fondo di azioni A medio, secondo un rapporto Morningstar di aprile 2017 scritto da Aron Szapiro, direttore della ricerca politica di Morningstar, e Paul Ellenbogen, capo delle soluzioni normative globali. 2

Vantaggi dei fondi comuni

Esistono diversi motivi per cui i fondi comuni di investimento sono stati il ​​veicolo preferito dell’investitore al dettaglio per decenni. La stragrande maggioranza del denaro nei piani pensionistici sponsorizzati dal datore di lavoro va in fondi comuni di investimento. Le fusioni multiple hanno identificato nel tempo i fondi comuni di investimento.

Diversificazione

La diversificazione , o la combinazione di investimenti e risorse all’interno di un portafoglio per ridurre il rischio, è uno dei vantaggi di investire in fondi comuni di investimento. Gli esperti sostengono la diversificazione come un modo per migliorare i rendimenti di un portafoglio, riducendo al contempo il rischio. L’acquisto di azioni di singole società e la loro compensazione con le azioni del settore industriale, ad esempio, offre una certa diversificazione. Tuttavia, un portafoglio veramente diversificato ha titoli con diverse capitalizzazioni e settori e obbligazioni con scadenze ed emittenti diversi. L’acquisto di un fondo comune può ottenere una diversificazione più economica e più rapida rispetto all’acquisto di singoli titoli. I grandi fondi comuni di investimento in genere possiedono centinaia di titoli diversi in molti settori diversi. Non sarebbe pratico per un investitore costruire questo tipo di portafoglio con una piccola somma di denaro.

Facile accesso

Negoziando sulle principali borse valori, i fondi comuni possono essere acquistati e venduti con relativa facilità, rendendoli investimenti altamente liquidi. Inoltre, quando si tratta di determinati tipi di attività, come le azioni estere o le materie prime esotiche, i fondi comuni di investimento sono spesso il modo più fattibile – in realtà, a volte l’unico modo – per i singoli investitori di partecipare .

Economie di scala

I fondi comuni di investimento forniscono anche economie di scala . L’acquisto di uno risparmia all’investitore le numerose commissioni necessarie per creare un portafoglio diversificato. L’acquisto di un solo titolo alla volta comporta ingenti commissioni di transazione, che consumeranno una buona parte dell’investimento. Inoltre, i $ 100 a $ 200 che un singolo investitore potrebbe essere in grado di permettersi non è in genere sufficiente per acquistare un lotto rotondo di azioni, ma acquisterà molte quote di fondi comuni di investimento. Le minori denominazioni di fondi comuni consentono agli investitori di trarre vantaggio dalla media dei costi in dollari.

Poiché un fondo comune di investimento acquista e vende grandi quantità di titoli alla volta, i suoi costi di transazione sono inferiori a quelli che una persona pagherebbe per le transazioni di titoli. Inoltre, un fondo comune di investimento, dal momento che riunisce denaro da molti investitori più piccoli, può investire in determinate attività o assumere posizioni più ampie di quanto un investitore più piccolo potrebbe. Ad esempio, il fondo può avere accesso a collocamenti di IPO o determinati prodotti strutturati disponibili solo per investitori istituzionali .

Gestione professionale

Un vantaggio principale dei fondi comuni di investimento non è la necessità di scegliere azioni e gestire investimenti. Al contrario, un gestore degli investimenti professionale si occupa di tutto ciò utilizzando un’attenta ricerca e un abile trading. Gli investitori acquistano fondi perché spesso non hanno il tempo o le competenze per gestire i propri portafogli o non hanno accesso allo stesso tipo di informazioni di cui dispone un fondo professionale. Un fondo comune di investimento è un modo relativamente economico per un piccolo investitore di ottenere un gestore a tempo pieno per effettuare e monitorare gli investimenti. La maggior parte dei gestori privati, non istituzionali, si occupa solo di individui con un patrimonio netto elevato—Persone con almeno sei cifre da investire. Tuttavia, i fondi comuni di investimento, come indicato sopra, richiedono minimi di investimento molto più bassi. Pertanto, questi fondi offrono un modo economico per i singoli investitori di sperimentare e, si spera, beneficiare della gestione professionale del denaro.

Varietà e libertà di scelta

Gli investitori hanno la libertà di ricercare e selezionare tra manager con una varietà di stili e obiettivi di gestione. Ad esempio, un gestore di fondi può concentrarsi su investimenti di valore, investimenti di crescita , mercati sviluppati, mercati emergenti, reddito o investimenti macroeconomici, tra molti altri stili. Un gestore può anche sovrintendere a fondi che impiegano diversi stili. Questa varietà consente agli investitori di ottenere esposizione non solo su azioni e obbligazioni, ma anche su materie prime , attività estere e immobili attraverso fondi comuni specializzati. Alcuni fondi comuni di investimento sono persino strutturati per trarre profitto da un mercato in calo (noto come fondi orso ). I fondi comuni di investimento offrono opportunità di investimento estero e domestico che potrebbero altrimenti non essere direttamente accessibili agli investitori ordinari.

Trasparenza

I fondi comuni di investimento sono soggetti alla regolamentazione del settore che garantisce responsabilità e correttezza agli investitori.

Scopri come risparimiare in modo semplice con la 52 weeks money challenge

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui